Storytelling, l’arte di costruire storie che funzionano

“Le persone non comprano prodotti e servizi, ma relazioni, storie e magia.”
Seth Goldin

Le persone comprano storie, da sempre. Ormai lo sappiamo benissimo. Se vogliamo vendere dobbiamo riuscire a emozionare, a costruire una storia che “funzioni” e lasciare un segno in chi ci sta osservando. Le persone sono assetate di storie, vogliono sapere di chi stiamo parlando, del suo passato, del come le sue scelte vengano influenzate. Siamo animali curiosi e se riusciamo a soddisfare questa curiosità riusciremo ad arrivare sul serio ai nostri clienti.

Ma fare storytelling seriamente non implica alcuna forma di improvvisazione. C’è bisogno di strategia e pianificazione e una buona dose di empatia, oltre che di una buona penna.

More

STORYTELLING 03/06

STORYTELLING

INTRODUZIONE

Come funzionano, da dove nascono le grandi storie? E come possiamo utilizzarle nella nostra vita quotidiana personale e lavorativa? Lo stage propone un percorso in cui, dalle origini classiche delle narrazioni mitologiche e fiabesce, la tecnica dello “storytelling” – cioè dell’organizzazione della realtà in un racconto coerente e appassionante – viene mostrata nella sua declinazione negli ambiti inter-relazionale, pubblicitario, aziendale, nonché nei social network. Sia che si voglia comunicare se stessi e le proprie idee, che un prodotto, che un brand, sempre più essenziale diventa, nella società contemporanea, la capacità di raccontare; capacità nascosta nelle misteriose e splendide forme della letteratura, che lo stage intende mostrare ai partecipanti, al fine di trasformarle in efficaci capacità comunicative.

OBIETTIVI

– Utilizzo delle tecniche esenziali del racconto nel discorso in pubblico e nella comunicazione
– conoscenza dello storytelling tra letteratura e comunicazione contemporanea

DOCENTE
Cesare Catà

Cesare Catà è nato a Fermo il 3 agosto 1981. Dottore di ricerca in filosofia del rinascimento, è scrittore e performer teatrale. Ha ideato il format Magical Afternoon, lezioni-spettacolo sulla grande letteratura con cui si esibisce regolarmente in teatri, pub, spiagge e altri luoghi inusuali. Studioso versatile con all’attivo saggi scientifici di filosofia e letteratura, ha collaborato con università e centri di ricerca itnernazionali, tra cui la University of Hawaii di Honolulu, il Cusanus-Institut di Trier, l’EPHE di Parigi, l’Istituto italiano di Cultura di Dublino. Tra le sue pubblicazioni: Filosofia del fantastico Escursione tra i Monti Sibillini e l’Irlanda sul concetto di Fantasia (Il Cerchio, 2016); Shakespeare e l’urlo di Narciso. Viaggio nel Riccardo II (Aguaplano, 2015), La croce e l’Inconcepibile. Il pensiero di Nicola Cusano tra filosofia e predicazione (EUM, 2008). Cura una rubrica letteraria sull’Huffington Post e sta lavorando al suo primo romanzo, che sarà una storia di amore disperato.

ARGOMENTI

– Le forme del racconto classico nella comunicazione contemporanea: l’uso della narrazione nel web
– Tecniche di narrazione efficace
– Modalità espressive tra letteratura e pubblicità
– Cenni di storytelling e personal branding

Durata 8 h
Per info: info@oltremeta.it
349/1467942 – Danilo
dalle ore 9.00 alle ore 13.00 e dalle ore 14.00 alle ore 18.00
c/o Hotel Chiaraluna Civitanova Marche



ISCRIVITI

Per iscrizioni di gruppo 150€ + iva (per partecipante, minimo tre persone) !

LOCAL MARKETING: come creare una strategia di successo per la tua impresa

Perchè si parla tanto di local marketing? Ma soprattutto, COS’è? E perchè è così urgente studiare una strategia che sia pensata per il tuo territorio?

Il mondo del digital è in perenne e rapidissima evoluzione, ma stiamo assistendo ad una curiosa inversione di marcia. Si torna a parlare con il vicino di casa, si torna a creare relazioni, si sfrutta l’online al servizio dell’offline. Qualche tempo fa c’era chi ipotizzava una trasformazione pienamente digitale del mondo del commercio, i punti vendita fisici sarebbero spariti lasciando il posto esclusivamente a luoghi virtuali in cui fare acquisti. Oggi possiamo dirvi che mai previsione fu più sbagliata.

More